Miniguida esportazione messaggi in formato .eml da webmail ArubaPEC

Pubblichiamo in allegato la miniguida, realizzata dall’Avv. Pietro Calorio del foro di Torino (socio fondatore del CSPT), per l’esportazione dei messaggi PEC in formato .eml dalla Webmail del provider ArubaPEC al fine di generare i file delle ricevute di notifica effettuata a mezzo PEC da depositare telematicamente presso l’Ufficio Giudiziario (artt. 9, commi 1-bis e[…]

Continua a leggere …

Quindici anni di Processo Civile Telematico: un “piano sequenza”

Pubblichiamo in allegato un articolo, scritto dai Colleghi  Pietro Calorio* e Daniele Lussana**, che conducono un’analisi riassuntiva dell’atteggiamento degli operatori della Giustizia riguardo al PCT, individuano gli aspetti critici e sottolineano i passaggi più delicati che nel prossimo futuro dovremo affrontare. Si riportano alcuni passaggi: “[…] l’insofferenza tipica delle libere professioni nei confronti di qualunque[…]

Continua a leggere …

Gli “elementi attivi” vietati nelle regole tecniche del PCT – ricostruzione della normativa di riferimento e indicazioni operative

di Roberto Arcella e Pietro Calorio Una delle prime nozioni che abbiamo imparato ad apprendere agli albori del Processo Civile Telematico è quella relativa al divieto di “elementi attivi” negli atti del processo, sancito dall’art. 11, quanto all’atto principale (“L’atto del processo in forma di documento informatico e’ privo di elementi attivi“) e dall’art.[…]

Continua a leggere …

Brevi osservazioni sul nuovo art. 19-ter Provv. DGSIA 16.4.2014

Dopo venti settimane esatte dall’entrata in vigore della Legge 132 del 20 agosto 2015, che convertì con modificazioni il D.L. 83/2015, il 7 gennaio scorso, le specifiche tecniche previste dall’art. 16 undecies DL 179/2012 (introdotto dall’art. 19 della citata legge di conversione) hanno finalmente visto la luce. Brevi osservazioni a cura dell’avv.[…]

Continua a leggere …

Il ricorso ex art. 669 duodecies c.p.c. è atto endo processuale e richiede quindi obbligatoria­mente il deposito con modalità telematica. (commento a Trib. Trani ord. 24/11/2015)

Il procedimento di cui all’art. 669 duodecies c.p.c., diretto a conseguire la determinazione delle mo­dalità di attuazione ed esecuzione di un provvedimento cautelare deve ritenersi atto endoprocessuale e va pertanto introdotto mediante deposito telematico del relativo ricorso. commento a Tribunale di Trani ord. 24/11/2015 Il provvedimento emesso dal Tribunale di[…]

Continua a leggere …

La Corte di Cassazione salva la firma digitale

Con la pronuncia n. 22871 del 10 novembre 2015 la Corte di Cassazione si è pronunciata per la prima volta su un tema fondamentale per il processo civile telematico, ovvero se sia affetta da inesistenza giuridica la sentenza contenente la sola firma digitale del giudice e non la sottoscrizione di[…]

Continua a leggere …

NOTIFICHE VIA PEC EX ART. 149 bis cpc

Già dal maggio 2013, all’indomani della pubblicazione del DM 48/2013 che modificò l’art. 18 del DM 44/2011, dando attuazione all’art. 16 quater del DL 179/2012, noi Avvocati siamo abilitati alle notificazioni a mezzo della posta elettronica certificata e, al netto della parziale impasse creatasi a seguito  dell’entrata in vigore della[…]

Continua a leggere …