Processo civile telematico, lo stato dell’arte (e cosa ci aspetta da settembre) – di Giuseppe Vitrani

Continua il lento miglioramento del PCT: dagli “sportelli di prossimità” alla riforma della magistratura onoraria, tante le novità mentre si attende la pubblicazione delle guidelines del processo esecutivo online La fine del 2016 e del 2017 sono state segnate da un’apparente stasi nell’evoluzione tecnologica del processo civile telematico; in realtà molti[...]
Continua a leggere …

Cassazione, il conservatore accreditato di documenti è affidabile “di default” – di Francesco Minazzi

La Cassazione pone le basi di un nuovo orientamento interpretativo: l’affidabilità intrinseca del conservatore accreditato. Ma dando così alto valore all’accreditamento, rischia di indurre i titolari di documenti a rivolgersi esclusivamente a conservatori accreditati, alimentando una distorsione del mercato Sempre più frequentemente negli ultimi anni i Tribunali italiani si trovano ad affrontare[...]
Continua a leggere …

Firme digitali: che cosa cambia con eIDAS – di Roberto Arcella

Con l’entrata in vigore del Regolamento eIDAS, dallo scorso primo luglio 2016 sono intervenute rilevanti modifiche che riguardano la disciplina, anche tecnica, delle firme elettroniche. Vediamo tutto ciò che c’è da sapere Da qualche tempo, nei rapporti di verifica delle firme PAdES, eseguita con Acrobat DC, appaiono due diverse tipologie[...]
Continua a leggere …

PROCESSO CIVILE TELEMATICO IN GERMANIA? SÌ, GRAZIE. UN FALSO MITO SMENTITO DAI FATTI

Una delle leggende metropolitane più diffuse riguarda il presunto “fallimento” del processo civile telematico in Germania: quella sparuta retroguardia di operatori del diritto, tuttora arroccata a difesa dell’utilizzo della carta nel processo civile, invoca spesso tale mito come forte indizio premonitore dell’analoga sorte cui sarebbe destinato il processo civile telematico[…]

Continua a leggere …

Guida all’inserimento di link ipertestuali ai documenti (per MacOS e LibreOffice)

L’Avv. Pietro Calorio (socio fondatore del CSPT) mette a disposizione il vademecum allegato, che illustra i (peraltro semplici) passaggi per eseguire questa importante tecnica di redazione dell’atto processuale in formato elettronico, suscettibile di rendere più facilmente accessibile l’apparato documentale per il Giudice, il quale potrebbe avere, in questo modo, una ridotta necessità di far ricorso[…]

Continua a leggere …